Seleziona una pagina

Parla con noi

di Giovanna Longo

Cos'è

Una sera qualunque, guardando per la centesima volta il film di Pedro Almodovar ‘Parla con lei’ e rivivendo le stesse emozioni mi è balenata l’idea furtiva di dialogare con le detenute in maniera semplice e serena, senza giudizi e pretese di rieducazione, ma incontrandole e vivendole solo come donne, conoscenti, amiche…. e come amiche raccontarci le nostre storie senza filtri né giudizi, ma spensieratamente. Se tra noi fuori funziona davanti a una tazza di tè o di cioccolata o del buon vino, perché non deve funzionare con loro?

Togliamo il vino che all’interno del carcere non può entrare, e passiamo un pomeriggio da brave signore sorseggiando tè.

Che c’entra Almodovar? E’ la chiave di tutto: nel film la ragazza viene tenuta in vita dall’amore, dalle parole e dai racconti dell’esterno e riesce a sopravvivere e rinascere, così, dopo questi confronti, anche le nostre donne detenute forse riusciranno a non sentirsi tanto sole, amareggiate, impossibilitate a qualsiasi tipo di riabilitazione ma semplicemente donne, madri, figlie e mogli con tanti problemi, come tutte noi. Gli scritti delle volontarie ne faranno un diario di bordo, alla fine chissà, tutte noi saremo un po’ più ricche umanamente.

Giovanna Longo

Culture diverse

Conosco molto bene la realtà del carcere di femminile di Rebibbia, perché da anni mi occupo dei bambini che vivono lì con le loro madri. Sono stato invitato da Giovanna e Mariarita a partecipare a questo incontro di “Parla con noi”. Normalmente questi...

Quale sarebbe per voi il carcere ideale?

La prima volta che partecipavo ad un progetto di questo tipo, la prima volta che mi confrontavo con loro che per tanto tempo ho immaginato e per tanto tempo ho pensato a cosa poter loro chiedere, per tanto tempo ho pensato di cosa con loro avrei potuto...

Il nostro 25 aprile

Entro nel nido di Rebibbia in punta di piedi.Ci sono stata altre volte per qualche festa di compleanno e conosco il carcere per una lunga esperienza di volontariato in altri reparti, ma sento che qui, adesso, la situazione è diversa.La presenza di...